Carrello
Novità 2018 - Extension Ciglia metodo One to One
17654
post-template-default,single,single-post,postid-17654,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,columns-3,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Novità Extension Ciglia

This is a Trial Version of Social Share & Locker Pro plugin. Please add your purchase code into Licence section to enable the Full Social Share & Locker Pro Version.

Novità Extension Ciglia

L’applicazione di extension delle ciglia è un trattamento estetico ideato per aumentare la lunghezza, la curvatura e il volume delle proprie ciglia naturali.

Attualmente, il vero metodo di applicazione extension ciglia è One to one

L’allungamento ciglia “una ad una” è differente dal metodo di applicazione di ciglia finte in generale, più generico, e che è strettamente associato con prodotti commerciali

e con applicazioni occasionali più invasive.

Nel XX secolo, le prime rudimentali extension sembra furono create nel 1916 quando il famoso regista di Hollywood D.W.Griffin

per il suo film “Intolerance” ebbe l’idea di presentare l’attrice protagonista Seena Owen, come la donna

“dalle meravigliose ciglia che facessero splendere i suoi occhi più della vita stessa”.

Le extensions furono realizzate da una creatrice di parrucche ed erano composte da capelli umani.

In seguito, l’utilizzo di extension ciglia da applicare (posticce) sulle ciglia naturali, fu oscurata con l’avvento commerciale delle tinture per ciglia,

l’invenzione del mascara, pinze modellanti, piegaciglia, ed altri brevetti che si affermarono con il supporto di attrici hollywoodiane.

Negli anni 60/70 quando il trucco sugli occhi era molto evidente e sovraccaricato, le ciglia posticce tornarono di moda:

Realizzate con capelli naturali o materiali sintetici, erano molto richiesti dalle donne in tutti i saloni di bellezza e

si applicavano a gruppi di ciglia, aderite con colla sulle palpebre.

Nel XXI secolo in Asia furono create le prime extensions come siamo abituati a conoscerle oggi.

Originate in Giappone all’inizio del millennio, le extension ciglia diventarono molto popolari nel 2004 e 2005

perfezionandosi nei materiali e nella tecnica, sempre meno invasiva e aggressiva grazie al metodo one to one / volume.

Parallelamente in Russia, Stati Uniti, Nord Europa si cominciarono ad affinare le tecniche

METODO

One to one è il più conosciuto, nel quale ad ogni singolo ciglio viene applicata una extension tramite colla anallergica testata,

con lunghezze, spessori e curvature variabili.

È il metodo più evoluto e delicato dove vengono applicate singolarmente su ogni ciglia naturale.

Consentono di creare volume e possono avere un aspetto molto naturale e non artefatto.

Intervenendo su ogni singolo ciglio, si ha la possibilità di bilanciare spessori, curvature e lunghezze.

Si può decidere se allungare, infoltire la parte centrale o dare più risalto alla codina laterale ad esempio oltre che modulare gli effetti miscelando quantità e tipo di ciglia.

L’extension con tecnica one to one ha il vantaggio di rispettare l’intero ciclo di crescita di ogni singola ciglia naturale evitando di danneggiare le propriei.

Non provoca controindicazioni dovute al tiraggio di più ciglia incollate insieme o addirittura che pungono toccando la palpebra.

Con l’extension ciglia pelo per pelo si ottiene un aspetto sempre ordinato rimanendo per così dire sempre truccate e sistemate fin dal mattino, al lavoro, al mare, in piscina, ovunque.

DURATA DEL TRATTAMENTO

Dopo il primo impianto l’effetto uniforme delle extensions è garantito per circa 3 / 4 settimane.

Con la ciclica caduta delle nostre ciglia si perdono anche le ciglia sintetiche applicate e potrebbe notarsi una asimmetria o il crearsi di piccoli vuoti.

Per garantire quindi un aspetto uniforme delle extensions si consigliano delle sedute di riempimento (detto anche ritocco o Refill) ogni 3-4 settimane.

Altri fattori possono incidere e far variare la durata delle extensions quali medicinali assunti, caratteristiche ormonali,

errori nell’utilizzo di alcuni cosmetici a base oleosa, l’azione di sfregatura involontaria sull’occhio, ecc.

COSA FARE DOPO L’EXTENSION

  • Evitar eil contatto con l’acqua, detergenti, make up per almeno 24 ore
  • Evitare di sfregarsi gli occhi, perchè lo sfregamento potrebbe far staccare le extension
  • Non utilizzare strucanti o sostante oleose sugli occhi

*Diffida da chi applica prezzi troppo bassi, perchè potrebbe essere sinonimo di scarsa qualità nei materiali

No Comments

Post A Comment

Indietro